Archivi categoria: Calabria greca e medioevale

CALABRIA GRECA E MEDIOEVALE

I soggiorni che offriamo nelle nostre deliziose casette Strombillo, Comunalia, Pezzotta e Oliveta sono dinamici e all’insegna della cultura e del divertimento. Organizziamo infatti splendidi tours tra le meraviglie della Calabria.

Uno di questi è “Calabria greca e medioevale”

LOCRI/GERACE/KAULON

Partenza ore 8,30/9
Arrivo Locri ore 10
LOCRI: GRECIA CLASSICA- MUSEO
Visita scavi di Locri 1/1,5 ore
Visita museo 30 minuti
Da Locri a Gerace 20min
GERACE: MEDIOEVO BIZANTINO
Visita Gerace 1 ora
GERACE: PASTO PRESSO “SQUELLA” (esclusivamente prodotti locali – prezzo max 20 euro a testa)
CASA ROMANA DI CASIGNANA
Trasferimento da Gerace a Kaulon 45 minuti
MARINA DI GIOSA IONICA: GELATO DA GOLOSIA 15 minuti
KAULON: GRECIA – ROMA – ANTIQUARIUM
Visita scavi e antiquarium 1 ora
Bagno al mare
Rientro 45 minuti

Il percorso ci fa attraversare 12 secoli di storia della Calabria, dalla Magna Grecia fino al Rinascimento, che in Calabria assumerà caratteristiche architettoniche mediterranee.

Locri Epizephili, fondata nel sesto secolo A.C. dai greci, è stata una delle capitali e centro propulsivo di cultura ellenica fino secondo secolo A.C. quando, a cagione della conquista romana, decadde
rapidamente. Locri, insieme a Crotone, ha rappresentato il fulcrolocri_3 della produzione artistica, culturale e delle modificazioni sociali del bacino magno greco. Oggi è visibile il grande apparato urbanistico della città improntato ad una concezione aristocratica, con rigida separazione fra i quartieri, il che ci consente di apprezzare ben conservate vestigia di impianti produttivi insieme ad abitazioni e notevoli resti di templi greco classici.
Il museo conserva e spiega bene quale sia stata la funzione di Locri nel corso della classicità greca e quale sia stato il legame con la madre patria.

Gerace centro di cultura e spiritualità cattolica, con qualche presenza ortodossa ha avuto, fino ai disastrosi terremoti del ‘600 e del ‘700, la funzione di guida religiosa per tutta la zona del basso geraceIonio. Erano presenti ed in funzione circa 30 chiese, delle quali oggi possiamo apprezzare solo un numero limitato ma che comunque rendono bene l’idea di come esistessero nel mezzogiorno italiano rapporti di protezione e scambio di tipo medioevale.

La villa romana di Casignana è un notevolissimo esempio di villa rustica del secondo secolo A.C.che conserva e rende fruibili i diversi ambienti (termale, tricliniare) inserita in un contesto di prima trasformazione dei prodotti agricoli. Ben conservato il pavimento mosaicato policromo.

Kaulon: il sito è posto strategicamente sul promontorio che divide il golfo di Squillace (Skilletion) da quello di Locri. Fondata dai Greci intorno al quinto secolo A.C. ha assunto la fondamentale importanza di scalo commerciale e militare per tutta l’antichità classica. Occupata dai Bretii nel corso del terzo secolo A.C. fu poi riedificata dai romani ed abitata in modo stabile fino al dragoterzo secolo D.C. Sono presenti notevolissime vestigia di templi greci e di impianto greco, ampli e ben conservati ambienti abitativi tardo greci e romani oltre che i contrafforti della zona portuale.
Da Kaulon proviene il mosaico, oggi visibile nell’Antiquarium, del pesce/delfino con la testa di drago che crea un legame diretto con le culture marinare sia cretesi che tirreniche.

Non perdetevi questa esperienza indimenticabile!

Annunci